Lo Spettacolo

28 gennaio 2017 | no responses | 495

La vita nel borgo prosegue anche all’ora del vespro. Ad animare le piazze ci pensano le musiche dei Sonagli di Tagatam e gli spettacoli di Milfo lo buffon giullare con i giochi di prestigio e racconti fantastici.

Alle ore 21,30 il  ”Solstizio d’Estate“: sul sagrato della chiesa di San Francesco la spettacolarità va in scena. Il Teatro dell’Aleph attraverso immagini suggestive narra le paure e le superstizioni che aleggiavano intorno alla fine dell’anno mille.

In un incalzare di mosse e suoni, ecco i penitenti, i cavalieri, le streghe,  le ancelle, la danza della morte  e la perpetua lotta tra il bene e il male. I personaggi del dramma emergono dalle antiche leggende legate alla ricerca del Sacro Graal e ad Excalibur, la spada di Artù.

 

A seguire e fino a tarda notte … continuano le esibizioni dei gruppi e degli artisti, tra i quali:  la Cumpagnia d’La Crus, della Associazione Aleramica, della Compagnia della Spada e della Croce.